Il Signore degli Anelli torna sugli schermi grazie a Prime Video…ed è spettacolare

L’attesa è finita: lo scorso venerdì, 2 Settembre 2022, ha debuttato in esclusiva su Amazon Prime Video, la prima stagione della serie Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere.

Basata sulle appendici al romanzo di J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli, la serie è ambientata nella Terra di Mezzo della Seconda Era e narra di eventi antecedenti a quelli della triologia di Peter Jackson: è un momento caratterizzato da eventi importanti, come la forgiatura degli Anelli del Potere, l’ascesa di Sauron, la caduta del Regno di Númenor e l’ultima alleanza tra Elfi e Uomini.

I primi due episodi, diretti dal regista spagnolo Juan Antonio Bayona (The Orphanage, The Impossible, Jurassic World – Il Regno Distrutto), sono una sorta d’introduzione a quello che sarà il filo conduttore della serie: la caccia all’Oscuro Signore Morgoth, personaggio che appare anche nel Silmarillon, nei Racconti Incompiuti e in Lo Hobbit. Ma andiamo per ordine: pur essendo slegata dalla trilogia cinematografica di Peter Jackson, anche Gli Anelli del Potere si apre con una voce narrante, quella di Galadriel: è lei a raccontarci della perdita di suo fratello per mano dell’esercito di orchi di Morgoth e della sua promessa di dargli la caccia per poter vendicare la sua morte. In poche sequenze la ritroviamo adulta, in un mondo pacifico in cui il male sembra un ricordo lontano. Ma Galadriel vive nel tormento e nella certezza che la stessa minaccia incomba ancora sulla Terra di Mezzo e guida un esercito di Elfi con il solo scopo di debellarla. Conosciamo anche Elrond, Mezzelfo, architetto e politico e i Pelopiedi, una famiglia di Hobbit nota ai fan di Tolkien.

Nel secondo episodio, facciamo la conoscenza di Arondir, un elfo guardiano, il cui compito è proteggere un piccolo gruppo di contadini, che un tempo erano alleati di Morgoth e di Nori, una ragazza dei Pelopiedi che, sempre alla ricerca di avventure, si mette spesso in pericolo. 

Non aggiungiamo ulteriori dettagli per non rovinare i primi due episodi a chi ancora non li avesse visti, ma vi basti sapere che Amazon sembra aver fatto un ottimo lavoro: Gli Anelli del Potere è una serie di cui si avvertono gli sforzi produttivi, visivamente sontuosa e il cui unico difetto potrebbe essere che il piccolo schermo potrebbe starle stretto. Ha un respiro cinematografico, un ottimo cast e i primi due episodi hanno un ritmo abbastanza serrato da riuscire ad appassionare anche chi guarda al mondo fantasy con diffidenza. Per intenderci: a chi non ha mai letto Tolkien e non ha mai visto la trilogia di Jackson, potremmo presentarla come una serie a metà tra Vikings e Game of Thrones, fatta di viaggi, conquiste e creature fantastiche. Gli intrecci vanno seguiti, ma sono comprensibili a tutti.

I fan di Tolkien seguiranno Gli Anelli del Potere da fedelissimi, al resto del pubblico consigliamo di vedere la serie per curiosità. 

Lucia Gerbino

Giornalista specializzata in Musica, Cinema e Serie TV

Lucia Gerbino has 36 posts and counting. See all posts by Lucia Gerbino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: