Nikon Z9: la nuova mirrorless a pieno formato più evoluta di sempre

Che le fotocamere mirrorless siano il futuro è ormai chiaro a tutti, ma finora Nikon non era riuscita a realizzare una degna concorrente delle stravendute Sony Alpha. La nuova mirrorless Nikon Z9 sembra invece aprire nuove strade per la casa giapponese, che la definisce “la fotocamera più evoluta mai realizzata”. Era stata annunciata a Marzo, ma solo il 28 Ottobre scorso, sono state rese note le specifiche tecniche e le novità introdotte dalla Nikon Z9.  Vediamole insieme.

Nikon Z9: dati tecnici

Progettata principalmente per la fotografia sportiva e naturalistica, la Z9 è dotata di un sensore CMOS a pieno formato da 45,7 MP che le permette di restituire immagini a 8256×5504 pixel, con RAW a 14 bit. Il processore EXPEED 7 è dotato di una tecnologia Dual-Stream, per gestire in modo separato i dati sulla scheda di memoria e quelli che vengono visualizzati nel mirino, garantendo una velocità di lettura mai ottenuta prima.

A queste prestazioni non può non corrispondere un sistema di autofocus all’altezza. Proprio per questo, la Nikon Z9 è dotata di un sistema AF a 493 punti, che include 405 punti area AF auto. Anche la capacità di inseguimento del soggetto è di gran lunga migliorata, superando addirittura quella della D6. Debutta, sulla gamma mirrorless, anche il tracking 3D, che permette il riconoscimento dei soggetti (persone, animali e veicoli). La nuova Nikon Z9 consente inoltre di scattare raffiche a piena risoluzione a 20fps in RAW e a 30fps in JPEG, mettendosi allo stesso livello della Sony Alpha 1. La gamma ISO nativa va da 64 a 25.600(espandibile a 32-102400 equivalente).

Video in 8K/30p ma non solo

Al momento del lancio, la Nikon Z9 è già in grado di riprendere in 8K/30p, ma il nuovo aggiornamento firmware – in lavorazione – promette l’acquisizione di video RAW interni fino a 60p. Nikon afferma che questo includerà un’opzione 8K/60p a 12 bit in un nuovo formato N-Raw o acquisizione ProRes Raw HQ interna fino a 4k/60p.

Corpo e comandi della Nikon Z9

La Nikon Z9 ha un’impugnatura verticale e un design coerente con le altre fotocamere serie Z, ma presenta alcuni dettagli familiari per coloro che utilizzano le reflex digitali Nikon. Il display touchscreen può essere inclinato su 4 assi e, secondo quanto dichiarato da Nikon, ha lo stesso livello di tropicalizzazione della D6. Inoltre, questo modello introduce un sistema di protezione del sensore durante il cambio obiettivo e i tasti retroilluminati per l’utilizzo in notturna.

Nuove opzioni di compressione RAW

Per far fronte ai file di grande dimensioni che la Z9 è in grado di produrre, Nikon ha introdotto due nuove opzioni di compressione del file RAW. L’opzione predefinita è una modalità di compressione senza perdita di dati, ma accanto a questa è possibile selezionare l’opzione RAW High-Efficiency. (HE*). Questo formato consente di mantenere lo stesso livello di dettaglio dei file RAW non compressi, a un terzo della dimensione standard.

 

Esperienza con Nikon Z9

La Nikon Z9 regala un’esperienza di utilizzo incredibilmente simile a una reflex, notevolmente aiutata dal tracciamento AF 3D di Nikon. Anche nell’estetica la Nikon Z9 ricorda moltissimo le reflex di ultima generazione, ma assicura una maggiore portabilità (grazie a una buona riduzione del peso e delle dimensioni) e un’affidabilità impareggiabile.

 

Silvia Gerbino

Fotografa professionista, specializzata in ritratto ed eventi

Silvia Gerbino has 17 posts and counting. See all posts by Silvia Gerbino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: