Indagine Kaspersky: dating online solo con chi è vaccinato per il 48% degli italiani

Secondo l’indagine di Kaspersky, l’isolamento e le restrizioni imposte da questo periodo di pandemia hanno aumentato il livello di attenzione che gli utenti prestano alla loro salute e sicurezza personale anche durante gli appuntamenti amorosi. Dal sondaggio è emerso, infatti, che il 48% degli italiani, la percentuale più alta in Europa, preferisce organizzare incontri offline solo con persone che possiedono un certificato di vaccinazione. I meno preoccupati sono gli olandesi e i tedeschi rispettivamente con il 13% e il 15% di intervistati che ha dichiarato che non accetterebbe mai un appuntamento offline con chi non è vaccinato. Dall’inizio della pandemia, gli utenti si sono dimostrati più ansiosi ad incontrare qualcuno di persona, infatti, è raddoppiato il numero di utenti che preferisce non organizzare incontri offline passando dal 22% al 41%. Anche in questo caso l’Italia si dimostra il Paese più prudente, tra i Paesi europei presi in esame dall’indagine, con la percentuale più alta di chi non si fida ad organizzare incontri offline. 

Gli eventi causati dalla pandemia hanno cambiato radicalmente molte delle nostre attività quotidiane e gli appuntamenti romantici non fanno eccezione. Nei mesi in cui è stato imposto l’autoisolamento, le persone hanno trascorso più tempo sulle app di incontri e il numero di utenti di queste piattaforme è cresciuto. La necessità di chiedere ad un potenziale partner il certificato di vaccinazione è un’ovvia conseguenza della pandemia ma le preoccupazioni che nascono quando arriva il momento di incontrare il proprio match offline non si limitano al solo fatto di ammalarsi. Il 39% degli italiani ha dichiarato che quando arriva il momento del primo incontro dal vivo si sente agitato mentre il 28% prova insicurezza. 

Per alleviare alcune di queste preoccupazioni, il 71% degli italiani utenti di queste app preferisce iniziare da un approccio telefonico o da una videochiamata prima di accettare un incontro offline.

“Le politiche e le restrizioni vigenti in tutto il mondo hanno dato agli appuntamenti online un ruolo importante nella vita delle persone. Tuttavia, il passaggio da “online” a “offline” è per molti un “atto di fede”: non va presa in considerazione solo la situazione sanitaria ma anche tutti quei rischi tradizionali che possono derivare dall’incontrare uno sconosciuto. Per continuare a godersi gli appuntamenti online e offline in tutta sicurezza, è importante essere consapevoli dei dati che si condividono con il potenziale partner perché nel caso in cui si cambi idea sull’incontro è sempre possibile avere il controllo della situazione, sapendo quante informazioni personali sono state condivise e come possono essere utilizzate”, ha commentato David Jacoby, security expert di Kaspersky. 

“In fondo, incontrarsi di persona dopo mesi di isolamento è un bisogno intrinseco negli esseri umani che sono creature sociali, che hanno bisogno di compagnia, scambio e vicinanza, anche fisica. Certo, le app di incontri hanno permesso di entrare in contatto con nuove persone durante la pandemia, ma solo virtualmente. Un incontro fisico è tutta un’altra cosa. Aggiunge elementi come il linguaggio del corpo, l’olfatto e il tatto. Solo quando abbiamo tutte queste componenti possiamo davvero decidere cosa proviamo per quella persona. La pandemia ci ha scosso. Molte cose che davamo per scontate prima sono implose; le insicurezze, soprattutto a livello di contatto fisico, sono enormi. Ecco perché, andare sul sicuro e insistere per incontrare solo chi prende sul serio il nostro bisogno di sicurezza, è una reazione del tutto normale per chi utilizza le app di incontri. Sentirsi presi sul serio è un aspetto essenziale per costruire una relazione di successo”, ha commentato la terapista Birgitt Hölzel dello studio Liebling + Schatz di Monaco. 

Kristy Stahlberg, Head of Corporate Communications di Fun Factory, afferma: “Un’alternativa che può esservi d’aiuto per tutelarvi fino a quando non vi sentirete sicuri ad incontrare qualcuno che non abbia ancora fatto il vaccino, è quello di organizzare una videochiamata un po’ più “intima” ma sicura, magari utilizzando dei sex toys insieme. È importante, però, ricordarsi di farlo in totale sicurezza per cui assicuratevi di non essere riconoscibili nelle immagini e non lasciatevi mai coinvolgere in qualcosa che vi mette a disagio. Inoltre, dovreste cercare di capire se il vostro partner è della vostra stessa idea perché per qualcuno le pose eccessivamente provocanti potrebbero essere offensive. In questo caso provate a giocare utilizzando dettagli indiretti che promettono più di quanto mostrano.”

Redazione Gogeek

La redazione di Gogeek.it

    Redazione Gogeek has 362 posts and counting. See all posts by Redazione Gogeek

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: