Xiaomi nella lista nera degli USA, ma l’azienda risponde

Lo scorso 14 gennaio il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti d’America ha emanato un comunicato stampa in cui si affermava che Xiaomi era stata inclusa nell’elenco del National Defense Authorization Act (“NDAA”), una sorta di lista nera delle aziende che rappresentano un pericolo per gli USA.

Il 29 gennaio 2021, Xiaomi è però passata al contrattacco e ha avviato un procedimento presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia nei confronti del Dipartimento della Difesa e del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

Xiaomi ritiene infatti che la decisione degli Stati Uniti di considerare la Società come una “Società militare cinese comunista” ai sensi del NDAA, da parte del Dipartimento della Difesa e del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, sia di fatto errata e abbia privato la Società di un giusto processo. Al fine di proteggere gli interessi degli utenti, dei partner, dei dipendenti e degli azionisti globali della Società, la stessa ha chiesto ai tribunali di dichiarare illegale la Decisione e di revocarla.

Una situazione complessa, già vista per Huawei, che rischia di creare non pochi problemi all’azienda e agli utenti di tutto il mondo.

Redazione Gogeek

La redazione di Gogeek.it

    Redazione Gogeek has 284 posts and counting. See all posts by Redazione Gogeek

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: