fbpx

Animal Crossing celebra la cultura: caccia ai timbri nei musei del videogioco

Animal Crossing: New Horizons, il videogioco che a poco meno di due mesi dal suo lancio ufficiale su Nintendo Switch ha coinvolto milioni di fan in tutto il mondo, in occasione della Giornata Internazionale dei Musei (18 maggio) ha lanciato un’iniziativa davvero particolare. Tra le strutture a disposizione sull’isola di ogni giocatore c’è infatti anche un museo, che è possibile riempire progredendo nel gioco con fossili, pesci, insetti e opere d’arte, costruendo di fatto le proprie esposizioni personali. Fino al 31 maggio, i giocatori potranno partecipare a una caccia al timbro all’interno del proprio museo, che li porterà a esplorare ogni anfratto delle proprie collezioni, prendendosi del tempo semplicemente per guardare e magari scoprire nuove specie animali o opere d’arte iconiche.

animal crossing musei

Molti musei del mondo, come il MET di New York o il Getty Museum di Los Angeles, hanno deciso di rendere disponibili le loro collezioni all’interno del gioco, portandole in formato digitale e consentendo a chiunque di scaricarle e creare la propria esposizione personalizzata. Tra questi, anche il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, la primissima struttura italiana che ha deciso di mettere a disposizione dell’enorme community di giocatori le sue opere più famose in formato digitale, scaricabili dal sito ufficiale. Così anche Leonardo da Vinci entra ufficialmente in Animal Crossing: New Horizons!

Un’occasione davvero unica e originale per scoprire opere d’arte dal valore storico inestimabile, ma anche un’aggiunta imperdibile per tutti i fan del videogioco, che hanno così l’opportunità decorare ulteriormente il proprio piccolo giardino zen virtuale.

Rispondi