Scuole chiuse, la formazione anche da casa con app e piattaforme

Sono numerose le regioni in cui scuole di ogni ordine e grado e le università hanno chiuso le aule per motivi di sicurezza per arginare in via preventiva la diffusione del Coronavirus. Tanti gli studenti che restano quindi bloccati a casa.

Il Ministero dell’Istruzione – che ha consigliato vivamente di attenersi soltanto a notizie ufficiali –  è al lavoro, attraverso la propria task force, per supportare le scuole per la didattica a distanza: “Si partirà dalle numerose buone pratiche già messe in campo dalle scuole e si lavorerà anche con realtà pubbliche e private che collaborano da tempo con il dicastero e che metteranno a disposizione contenuti e supporti digitali”, si legge in una nota stampa.

Nel frattempo, non mancano certo gli strumenti online che permettono di rimanere aggiornati e di studiare, proseguendo la propria formazione anche da casa. Sia per gli studenti, che per gli insegnanti.

Leggere libri in ebook

Per assicurarsi nuove letture c’è l’ampio catalogo di bookabook, la prima casa editrice italiana che pubblica libri attraverso il crowdfunding, mette a disposizione un vasto catalogo di libri di ogni genere e adatti a tutte le età che possono essere acquistati e scaricati direttamente online nel formato digitale degli ebook.

Formazione in e-learning

Docety è una piattaforma di e-learning che permette di seguire videocorsi, lezioni private e seminari online interattivi fino a 50 persone. Inoltre, Docety e il suo centro di  ricerca Lo Stilo di Fileta hanno deciso di offrire gratuitamente la piattaforma a tutti gli enti e gli organi che hanno dovuto chiudere per le contromisure da coronavirus, offrendo la possibilità di erogare lezioni, ore di ricevimento, esami orali e molto altro ancora attraverso la propria piattaforma e i suoi prodotti Docety Class, Docety Video, Docety 1on1. La piattaforma ha raggiunto oltre 500.000 euro di adesioni da parte di investitori privati sull’equity crowdfunding di Mamacrowd.

Lezioni di inglese su smartphone

Per non mettere da parte lo studio dell’inglese e divertirsi allo stesso tempo, Cambridge English suggerisce alcune risorse multimediali pensate per imparare o approfondire l’inglese anche a casa. Per i più piccoli c’è l’app Monkey Puzzles, gratuita e disponibile per tutti i dispositivi, che  aiuta a praticare sia la lettura che l’ascolto: i bambini possono seguire i viaggi di una simpatica scimmietta e aiutarla a superare le sfide linguistiche che incontra lungo il percorso, ottenendo man mano dei piccoli riconoscimenti. Per chi già conosce l’inglese c’è Quiz your English, che permette di sfidare persone provenienti da ogni parte del mondo sulla grammatica inglese. Ottima per esercitarsi anche Exam Lift, l’app che aiuta a praticare ogni aspetto della lingua (lettura, scrittura, ascolto e conversazione) attraverso esercizi giornalieri. 

Testi universitari in ebook

Per studiare senza limiti c’è Usophy, l’Online University Library che permette agli studenti universitari l’accesso illimitato e on demand ad un catalogo di libri di testo formato e-book sui propri dispositivi. La startup, incubata in I3P, l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino, permetterà di sottoscrivere un abbonamento mensile per scaricare su PC, tablet o smartphone (tramite l’apposita app) i testi disponibili.

Scambiarsi appunti online

Per gli studenti universitari c’è anche Docsity, una community internazionale che permette di scambiare contenuti didattici per migliorare la propria preparazione per gli esami, dagli appunti ai tutoring. Con Docsity si risolve la condivisione di appunti e materiali utili anche a distanza ed è possibile usufruire, direttamente online, di tutor certificati per supporto allo studio personalizzato. 

The Digital Teacher

Consigliata da Cambridge English è The Digital Teacher è una risorsa utilissima sia per i docenti che insegnano in luoghi dove l’inglese è prima lingua (ESL) sia per quelli che lavorano dove non lo è (EFL). La piattaforma dà accesso a un elevato numero di informazioni, di tecniche e di strumenti creati per ispirare gli insegnanti e aiutarli a motivare gli studenti, suggerendo come trasformare la tecnologia in una potente alleata e come affrontare le difficoltà, dalle più alle meno comuni. Per essere sempre al passo con i tempi esiste anche la sezione “Test my digital skills”, che dà la possibilità agli insegnanti di valutare il proprio livello tecnologico e colmare eventuali lacune.

Rispondi